Persone e aziende su Facebook

Le dinamiche del social esattamente come quelle nella vita reale

Un chiarimento che mi trovo spesso a fare con i clienti è la distinzione tra account e pagine Facebook. Sul social blu le persone e le aziende hanno caratteristiche molto diverse, così come funziona nella vita reale. Qui non è possibile fare account per le aziende come in tutti gli altri social network.

Per chi sono gli account?

Immaginate che Facebook sia una grande piazza virtuale dove si chiacchiera, si passeggia, ecc… All’interno di questa grandissima piazza ci sono gli account, ovvero le persone. Facebook è stato studiato appositamente per mantenere i rapporti con persone che conosciamo nella vita reale. Se voglio interagire con te, ti devo chiedere di diventare mio amico. In alternativa posso vedere ciò che pubblichi solo se non hai impostato delle restrizioni all’interno delle impostazioni di privacy.

Iscriversi su Facebook senza usare il proprio nome e cognome è una violazione delle policy del social che potrebbe comportare la disabilitazione dell’account, cosa che succede frequentemente anche se sei realmente la persona che dichiari di essere nel social. In quel caso viene perfino richiesto un documento di identità per verificarlo. Non è come diversi anni fa in cui alle varie piattaforme di messaggistica istantanea si accedeva indicando un nickname, i più grandicelli tra di voi forse si ricordano C6 uno dei primi esempi di chat. Quindi al bando nick, soprannomi o nomi storpiati, in Facebook sono le persone reali a parlare.

Per chi sono le pagine Facebook?

In una vera piazza, ogni azienda ed ogni attività è sorretta dalle persone. Niente sarebbe aperto se non ci fosse qualcuno che apre le saracinesche. Su Facebook le pagine sono state create per aziende, attività, personaggi pubblici, ecc… Una pagina non esiste senza un account esattamente come non esiste un’azienda senza i lavoratori. Non ci sono degli accessi con login e password. Si accede alle pagine solo attraverso gli account di chi ha creato la pagina o di chi vi è stato inserito con un ruolo. Se io voglio inserire un amministratore alla mia pagina devo, infatti, chiedergli l’amicizia. Per questo è stato creato il Facebook Business Manager attraverso il quale l’accesso alle pagine viene fatto con un serie di codici id e accessi che non passano per l’account personale (che sottolineo è comunque necessario avere per lavorare su Facebook). Questo strumento, di cui abbiamo già parlato, ti consente di dividere vita privata e vita lavorativa con molta semplicità ovvero senza legare gli account alle pagine. Il Facebook Business Manager si pone come intermediario fra i due.

Se hai trovato interessante l’articolo e vuoi saperne di più, il Corso Facebook Advertising di Digital Coach può essere giusto per te.

Eleonora Scheggi

Da anni aiuto le piccole attività e i liberi professionisti a dare voce alla loro attività portandole per mano nel loro percorso. Ogni giorno studio per rimanere aggiornata sulle novità social del momento e offrire sempre il meglio ai miei clienti.

La mia storia con la comunicazione comincia nel 2013, quando fui contatta da un quotidiano della provincia di Grosseto per propormi una collaborazione come corrispondente. Cominciò una delle esperienze più importanti della mia vita che mi portò nel 2015 a conseguire il tesserino da giornalista pubblicista e ottenere l’iscrizione all’albo toscano. Capì che ogni messaggio ha valore se si trova nel giusto canale e con il linguaggio adatto.

Nel 2017 sono arrivate le prima richieste come libero professionista ed ho aperto un nuovo capitolo della mia storia scegliendo di investire in un territorio in cui credo fortemente: la Maremma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *